ECCELLENZA ITALIANA

CREARE LA BELLEZZA

La nascita di un sogno

La storia di Marcello Giansante passa da una lunga esperienza nella meccanica, da cui trae ispirazione per i suoi gioielli in movimento.

Per comprendere nel profondo l’esclusività della manifattura Giansante Gioielli, riportiamo un estratto di uno scritto privato di Marcello Giansante in cui racconta come ha raggiunto l’eccellenza nel mondo dell’alta gioielleria.

Sono Marcello Giansante, creatore del brand Giansante Gioielli. Sono nato a Brindisi alla fine degli anni ‘50, molto piccolo mi sono trasferito con la mia famiglia a Valenza dove sono cresciuto e ho trascorso la mia giovinezza.

Finite le scuole ho deciso di proseguire gli studi frequentando una scuola di avviamento professionale per diventare meccanico, non soddisfatto degli insegnamenti che stavo ricevendo dopo pochi mesi decido di lasciare la scuola e inizio a lavorare in un’officina meccanica.

Intraprendo così la carriera di meccanico che porterò avanti per circa 7 anni. La mia carriera di meccanico si deve interrompere a causa di un’allergia alle mani causata dai grassi e lubrificanti che si usano in officina, questo mi porta a dover decidere cosa fare nella vita visto che il mio lavoro come meccanico deve
finire lì.

Sono a Valenza, capitale mondiale dell’oreficeria e dei più grandi maestri orafi, decido quasi come scelta “obbligata” di fare l’orafo, passando da un buono stipendio da meccanico a nessuno stipendio da orafo.

Comincio lavorando metalli non nobili per iniziare a fare pratica in questo la  voro, già dopo poco più di 1 anno mi è stato proposto di lavorare l’oro e l’argento ma io ho preferito continuare a lavorare metalli non nobili per aumentare la mia pratica e quindi diventare sempre più professionista in questo campo.

Questa mia scelta mi è stata di grande aiuto perché in poco tempo sono diventato un ottimo modellista orafo. Fino a quel momento avevo imparato diverse tecniche di oreficeria e quindi ho deciso di tuffarmi nel lavoro autonomo. Ho iniziato in un piccolo laboratorio di circa 30 mq da solo facendo modelli per aziende orafe di Valenza.

Ben presto le richieste di lavoro aumentano fino al punto di avere la necessità di prendere uno spazio più grande. Mi sono trasferito nell’azienda di mio suocero che mi ha dato uno spazio all’interno della sua ditta dove realizzava valvole cardiache, una lavorazione di alta precisione e per un certo periodo ho contribuito alla produzione imparando a lavorare con altissima precisione. Era l’inizio degli anni ’90, sono diventato in poco tempo esperto nella lavorazione del platino, materiale che richiede un livello di attenzione e di cura molto elevato.

In quel periodo ho dedicato molto del mio tempo, notti comprese per fare esperimenti atti a migliorare la qualità del gioiello in platino. La mia attività stava crescendo rapidamente e ho iniziato ad assumere prima 1 persona poi 2 poi 3 fino ad arrivare a dovermi spostare anche da lì perché lo spazio non era più sufficiente.

Mi sono trasferito in un laboratorio più grande dove ho iniziato a creare produzioni per le grandi firme dell’alta gioielleria. Sono stati anni di grande espansione fino al 2001 momento in cui con la tragedia delle torri gemelle il lavoro ha subito un brusco crollo, avevo tanti dipendenti a cui dover pensare, costi a cui far fronte, una famiglia, una casa e non sapevo come riuscire a venirne fuori.

In quel periodo ho voluto persistere e nel 2007 proprio all’inizio della grande crisi e quando tutti stavano chiudendo i battenti io ho deciso di comprare i locali per un nuovo laboratorio.

Ho avuto piena fiducia nelle mie capacità e sfidando la grossa difficoltà di quel momento, in cui tutti cercavano di risparmiare fornendo un servizio scadente, io invece creavo grandissima qualità e precisione affermandomi come uno dei pochi esperti al mondo nella lavorazione del platino, metallo tanto pregiato quanto particolarmente difficile da lavorare ad alti livelli, cosa nota ai più grandi gioiellieri del mondo.

Questa mia abilità frutto dei grandi sacrifici degli anni passati, mi ha portato ad avere grandi richieste delle lavorazioni in platino dalle più grandi firme. Ero orgoglioso di quanto avevo raggiunto, lavoravo per le più grandi firme dell’alta gioielleria a livello mondiale ma… non ero soddisfatto.

In quel periodo tutti i più grandi gioiellieri erano convinti che non ci fosse più niente di nuovo da creare nei gioielli.

Io invece sentivo che non era così, sentivo che mi mancava qualcosa, stavo vivendo una sorta di crisi esistenziale.
Mi mancava la soddisfazione personale, mi mancava la creatività.

Pur realizzando grandi gioielli per gli altri sentivo che potevo dare molto di più, sentivo che volevo e dovevo comunicare la mia arte. Da quel momento presi la decisione che mi ha portato fino ad oggi, in quel momento stesso ho deciso che avrei cominciato a far conoscere le mie creazioni che tenevo custodite in una cassaforte da molti anni.

Ho deciso di realizzare il mio sogno: creare gioielli in movimento.

Ad Personam,
il servizio esclusivo

L’alta capacita tecnica di Giansante Gioelli, consente, per i clienti piu esigenti di avere il servizio su misura.

Si tratta di un servizio esclusivo che Giansante gioelli mette a disposizone dei suoi migliori clienti.

L’ampia scelta di materiali, unito alla grande capacita dei maestri orafi, consentono di personalizzare il proprio gioiello o creare pezzi unici, capolavori di maestria, tecnica e passione.

Giansante Ad Personam crea autentiche opere d’arte, uniche ed esclusive, realizzate per appagare i desideri piu sofisticati.